domenica 15 luglio 2007

Jazz On The Road - prima puntata (esplorazione)

Ovvero il dì in cui la Duskola rilegge innumerevoli volte "On the Road" di Kerouac, regalatole qualche anno fa dalla pici Holly_and_cat, e diventa curiosa riguardo a quel fremito che avvolge i personaggi, facendoli rincorrere gli artisti del bebop e del jazz americano degli anni '40.

A quel punto, la Duskola decide di cominciare a cercare jazzisti random, mettendo come tag "Miles Davis" nella ricerca di LastFM, tanto per capire cosa intende Dean Moriarty con QUELLA COSA.

"... il jazz che originariamente era inteso come improvvisazione ed espressione di una libertà interiore e segreta..."

(Appendice all' opera di Fernanda Pivano, 1958)

A breve una playlist dedicata esclusivamente agli artisti e agli stili di jazz citati nel libro. Per ora gustatevi questa.

01. Miles Davis - Go-Go (Theme) (Live)
02. John Coltrane - Venus
03. Freddie Hubbard - The Intrepid Fox
04. Eric Dolphy - Bee Vamp
05. Horace Silver - Stop time
06. Cannonball Adderley - Chasm tk. 3 (LP Version)
07. Thelonius Monk - I' ll Follow You
08. Art Blakey and The Jazz Messengers - Blue Moon
09. Frank Sinatra - Anything Goes
10. Keith Jarret - Church Dreams (LP Version)
11. Ella Fitzgerald - The Man I Love
12. Medeski, Martin and Wood - Hey Joe (live)
13. Jimmy Smith - I' m Just a Lucky So and So
14. Duke Ellington - Solitude (Alternate Take)
15. Diana Krall - Let' s Face The Music and Dance
16. Jaco Pastorius - Fannie Mae
17. Modern Jazz Quartet - Festival Sketch (LP Version)

3 commenti:

Donny ha detto...

..ma *____________*
che bello che bello che bello che bello!!!!!
/me ama il jazz. ^_^

taldeital ha detto...

On the road è stato un libro che m'ha segnato... l'ho letto quasi in un sol fiato, preso com'ero dal girovagare psicotico del Moriarty. Nonostante tutto, ho continuato a non capire il jazz. Ci sono stati tentativi di ascolto, tutti finiti male... continuerò a sostenere che il jazz oggi è solo musica fatta da intellettuali che se la suonano e se la ascoltano tra di loro. Il tempo delle sonorità anarchiche è bello e passato... il blues ha perso la sua influenza sul suo "figliolo" illeggittimo, il bebop non si sà nemmeno più cos'è. Magari se fossi nato 80 anni fà, avrei apprezzato di più.
Peeeerò, al di là del lato strettamente sonoro, la pleilista della pici duskola è bellissima! Ottimo tema, ottime scelte, tutte ben raccordate! Quant'è brava? *___*

noveliè* ha detto...

il jaaaaaaaazz!*_*
"cos'era quello ragazzo?"
"non lo so."
"Quando non sai cos'è allora è JAAAAAAZZ!"
("la leggenda del pianista sull'oceano" preso dal monologo teatrale più bello del mondo scritto da A.Baricco: Novecento.)
/me ama Baricco.. ----> /me ama tutto quello che Baricco scrive ---> /me apprezza il jazz!:D